12 Luglio 2020 · 03:59
22.8 C
Firenze

La partita di Gerson, contro il suo futuro. E pensare che non l’aveva presa benissimo…

Gerson torna titolare in questa sfida contro il suo passato e molto probabilmente contro il suo futuro. Firenze per lui è un piccolo segmento sistemato su una carriera che sembrava fulminante e poi, all’improvviso, si è leggermente fulminata. E così Di Francesco lo ha mandato a Firenze a mettere insieme chilometri nelle gambe. Lui non l’aveva presa molto bene, ma poi ha capito.

La voglia c’è. Un tiro in Ferrovia, due o tre contropiedi abortiti dalla lentezza di riflessi.

Poi Gerson prende coscienza del fatto che questa non la può proprio fallire. E Pioli gli dà una mano cambiando assetto alla Fiorentina. Il 4-2-3-1 con Edimilson al posto di Mirallas lo sposta in avanti, a destra, suo antico ruolo. Meno ragio namento, più velocità nelle ripartenze. Così il ragazzo trova un po’ di campo, anche per qualche contropiede.

Arriva perfino a colpire un diagonale che sembra chissà cosa, ma sfortunatamente per lui la difesa salva tutto. Alla fine comunque Gerson costruisce una partita semi decente. La prima. Come dire: le motivazioni non sono tutto, ma quasi. Certo, potrebbe fare di più, ma questo era cosa nota.

Benedetto Ferrara, La Repubblica

CONDIVIDI

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIMI ARTICOLI

Brescia-Roma è finita 0-3. In gol due ex calciatori viola, Kalinic e Zaniolo

Brescia-Roma è terminata 0-3. Ha sbloccato la gara Federico Fazio al 48' dopo un primo tempo bloccato sullo 0-0. Al 62' è arrivato il...

Lazio nel caos, rissa sfiorata nello spogliatoio dopo la sconfitta contro il Sassuolo

Come riporta Sportmediaset.it periodo nero per la Lazio, terza sconfitta consecutiva. Gli animi a fine gara si sono accesi. Negli spogliatoi violenta discussione, rissa...

CALENDARIO