Babacar scalpita, prova a gettarsi alle spalle i momenti bui e si rilancia. Simeone soffre, inciampa in un’altra partita no (a casa della Lazio) e rischia di vedersi parcheggiare ai box. In attesa – sia chiaro – di giorni migliori. Chiamiamolo pure sano dualismo, ma il faccia a faccia fra l’attaccante senegalese e il Cholito rischia di diventare uno dei dubbi più pesanti (e pericolosi) nella testa di Stefano Pioli.

Sempre titolare, Simeone ha trovato un ossigeno prezioso nel dialogo tattico con Thereau (forse, addirittura, più che con Chiesa), ma dopo tre mesi di alti e bassi, Pioli sembra davvero pronto a cercare di rigenerare l’argentino pensando a una Fiorentina con due punte di ruolo e quindi con Babacar al fianco del Cholito.

Il prossimo avversario, il Sassuolo, potrebbe rappresentare l’occasione migliore per questo tipo di soluzione tattica. E’ tanta la curiosità di vedere il rendimento dei due una volta che l’allenatore avrà dato loro la possibilità di giocare insieme. Di crearsi spazi a vicenda, di diventare complementare anziché alternative come è stato dall’inizio del campionato a oggi.

Fonte: La Nazione

Comments

comments