15 Giugno 2024 · Ultimo aggiornamento: 15:46

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
La Fiorentina è a caccia del suo bomber. Da Pedro Petrone a Toni tutti i capocannonieri della storia viola
News

La Fiorentina è a caccia del suo bomber. Da Pedro Petrone a Toni tutti i capocannonieri della storia viola

Lisa Grelloni

17 Dicembre · 16:56

Aggiornamento: 17 Dicembre 2019 · 17:04

Condividi:

di Lisa Grelloni

L’ultimo capocannoniere della storia della Fiorentina risale al 2006 ma ora parliamo un po’ di loro procedendo in ordine cronologico. Il primo calciatore viola ad aver raggiunto l’ambito premio nel 1931-1932 con ben 25 reti si chiamava Pedro Petrone Schiavone. Era un centravanti uruguaiano con origini italiane campione del mondo nel 1930 con la sua Nazionale e campione olimpico nel 1924 e nel 1928. La sua caratteristica principale era il tiro, aveva due piedi potentissimi tanto che un cronista del tempo disse : “I cipressi di Fiesole si inchinarono al tiro dell’artillero”. Fu lui il primo giocatore straniero a vestire la maglia viola così come a vincere la classifica dei marcatori a girone unico. Nella stagione 1961-1962 ricevette il rinomato premio il calciatore viola Aurelio Milani, fu lui il primo italiano nella storia dei gigliati, siglò 22 gol. Rimarrà per sempre nella storia del calcio perchè è suo il primato di capocannoniere sia in Serie A che in Serie B. Tre stagioni più tardi si laureò capocannoniere con 17 reti Alberto Orlando. Un calciatore molto duttile in grado di ricoprire sia il ruolo di centravanti che quello di ala destra. Il suo punto di forza? La velocità negli scatti palla al piede, devastante. A distanza di trent’anni si aggiudicò la vittoria della classifica marcatori della Serie A un certo Gabriel Omar Batistuta, un pezzo di storia sempre nel cuore di ogni tifoso viola. Il Re Leone si posizionò al primo posto proprio nell’anno in cui la Fiorentina vinse la Coppa Italia nella sfida con l’Atalanta e la Supercoppa contro il Milan. Batigol era abilissimo di testa come di piede, calci da fermo magici e smarcamenti ottimi, un centravanti molto prolifico con un tiro di una potenza strabiliante. E arriviamo così a parlare di quello che finora è l’ultimo vincitore di questo premio in maglia viola: Luca Toni. Con 31 reti realizzate nella stagione 2005-2006 oltre al titolo di capocannoniere si aggiudicò la “Scarpa D’Oro 2006”, fu il primo calciatore italiano a riceverla. Centravanti dal gran tiro, dall’estrema abilità nella protezione del pallone e nei colpi di testa si laureò campione del mondo a luglio dello stesso anno nel mondiale vinto dagli azzurri. Ed ora la domanda che sorge spontanea è… riuscirà la Fiorentina a trovare il suo nuovo bomber di razza e a puntare quest’ambito premio individuale?

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio