5 Marzo 2021 · 01:32
8.9 C
Firenze

Kokorin: grande rapidità, capacità tecniche e senso del gol. Perde efficacia nei duelli a campo coperto

La Fiorentina per il ruolo dell'attaccante punta il mercato russo. Kokorin in patria viene chiamato il nuovo Arshavin

Viene dalla Russia il probabile rinforzo per l’attacco della Fiorentina:

Nome: Aleksandr Kokorin

Luogo di nascita: Valuyki
Nazionalità: Russia
Ruolo: seconda punta
Piede preferito: destro
Altezza: 183 cm
Squadra: Dinamo Mosca
Peso: 82 kg

CURIOSITÀ E CENNI SULLA CARRIERA
Aleksandr nasce in un piccolo paese russo vicino al confine con lo stato ucraino 21 anni fa. Classe ’91, percorre il suo cammino nelle giovanili del Lokomotiv, prima di trasferirsi nel gennaio del 2008 alla Dinamo Mosca. Il suo esordio in una partita ufficiale non tarda ad arrivare. Durante la 24^ giornata della Premier Liga l’attaccante ancora 17 enne viene fatto esordire ad inizio secondo tempo nel match casalingo della Dinamo contro il Saturn, un debutto che Aleksandr bagna subito con un gol. Si ripeterà un mese più tardi, proprio contro la Lokomotiv, rete che decreterà il successo dei suoi nuovi compagni di squadra. Il gol contro il Saturn rappresenta per il club della capitale un evento eccezionale, dal momento che nessuno prima di Kokorin aveva segnato all’età di 17 anni e 199 giorni con quella maglia.

CARATTERISTICHE TECNICHE:
Kokorin é una seconda punta molto mobile, che da il meglio di sé giocando dietro ad una prima punta di peso.
Destro naturale é molto dotato tecnicamente, oltre ad avere grande velocità ed imprevedibilità.
É molto bravo anche a giocare tra le linee, giocare nello stretto palla a terra ed inserirsi con i tempi giusti, caratteristiche queste che lo hanno portato ad andare piuttosto stabilmente in doppia cifra nonostante non sia un bomber di razza.

In patria viene considerato l’erede naturale di Arshavin e per caratteristiche un po’ lo ricorda. Con le debite proporzioni sia chiaro.
Capello stesso lo ha definito in questi termini portandolo giovanissimo al mondiale in Brasile del 2014.

Come molti dei calciatori dotati di estro e fantasia anche Kokorin ha forse nella mancanza di continuità il suo tallone d’Achille, sia nella gestione della stagione che nella partita , ma quando si accende diventa un elemento in grado di cambiare le sorti di un incontro.
Altro elemento debole del russo é il duello uno contro uno in assenza di campo davanti, seppure molto spesso riesca a sopperire a questa carenza sfruttando la sua grande velocità nell’eseguire il gesto tecnico.

MARZIO DE VITA

LEGGI ANCHE PEDULLÀ SVELA: “A GIUGNO ALLA FIORENTINA POTREBBERO ARRIVARE DE ZERBI E PETRACHI”

Pedullà svela: “A giugno alla Fiorentina potrebbero arrivare De Zerbi e Petrachi”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Hugo: “Davide ci ha lasciato tanti insegnamenti da non dimenticare mai”

L'ex difensore centrale della Fiorentina, Vitor Hugo, ha rilasciato un'intervista su Radio Bruno e ha parlato del suo amico ed ex compagno di squadra,...

CALENDARIO