Katia Serra, ex giocatrice ed opinionista Rai al Corriere Fiorentino della vittoria nella gara di esordio in Champions contro il Fortuna delle Women’s di Fattori e Cincotta: “Chi conosce il calcio sa che quella giocata dalla Fiorentina in Champions è stata una partita di calcio di grande livello che può aiutare la crescita del movimento. Ma la crescita dell’interesse sarà graduale. Avere a disposizione società organizzate, dirigenti che hanno curriculum ed esperienza nel calcio maschile, allenatori preparati e giocatrici talentuose, non può che aumentare il livello tecnico-tattico del calcio femminile e, di conseguenza, l’interesse della gente. Per questo più società maschili investiranno nel femminile, più spettacolare diventerà il campionato, più seguito ci sarà. La Fiorentina ha fatto da apripista, altre hanno seguito il suo esempio e l’ingresso della Juventus in serie A porterà altri curiosi a interessarsi al calcio delle donne. Ma serve ancora tempo. Dopo la gara di Champions c’è chi avrà voglia di continuare seguire la squadra e questo è già un buon segnale. Un’idea per spettacolarizzare di più il calcio rosa io comunque l’avrei: far durare le partite 80 minuti. Perché se cala l’intensità manca lo spettacolo”.

Comments

comments