24 Febbraio 2024 · Ultimo aggiornamento: 23:09

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
Italiano: “Noi davanti arriviamo e creiamo tanto, ci manca la ferocia di far gol. Questa deve arrivare”
News

Italiano: “Noi davanti arriviamo e creiamo tanto, ci manca la ferocia di far gol. Questa deve arrivare”

Redazione

29 Novembre · 15:50

Aggiornamento: 29 Novembre 2023 · 15:52

Condividi:

Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, parla così a Sky Sport alla vigilia della sfida di Conference League contro il Genk, queste le sue parole registrate da TMW:

“Il periodo non positivo riguarda il campionato, in Conference riusciamo a essere più concreti ed efficaci. Mi auguro che almeno domani si riesca a produrre e creare come sempre, essendo concreti. Domani è importante, può essere decisiva per il passaggio del turno, ci vuole massima attenzione: il Genk è squadra forte. E ogni volta che abbiamo una possibilità di fare gol, dobbiamo essere risolutivi al massimo. Sarebbe importante vincere ed evitare di andare a fare un’altra battaglia all’ultima in Ungheria”.

Può essere l’occasione per Beltran e Nzola?
“Alla fine della gara col Milan ho parlato di ferocia perché noi davanti arriviamo. Abbiamo grandissime percentuali in zona offensiva, calciamo tantissimi corner. E questo deve rimanere. Là davanti dobbiamo metterci più ferocia, più giocate individuali e cercare di essere quei giocatori che permettono di vincere le partite. Diamoci tutti una sveglia”.

Domani cosa si aspetta dal Genk? Cosa non ripetere dell’andata?
“Il Genk gioca, propone e ti pressa. Sanno venir fuori da situazioni complicate, hanno qualità e talento. Una squadra giovane e davvero interessante. All’andata tutti gol su palle inattive, dovremo prepararle bene. Certi dettagli ti portano alle vittorie”.

Perché fate meglio in Europa?
“Non lo so. Vanno fatte le cose con più rapidità, scegliendo velocemente. Dobbiamo essere diversi in campionato, in coppa riusciamo ad accorciare bene e ad essere attenti e feroci. Anche lo scorso anno, tranne il primo periodo, questa competizione ci ha esaltati. Se trasportiamo certe prestazioni pure in Serie A, ripartiremo anche lì. Quando abbiamo perso è sempre successo recriminando o con grande rammarico. Ci vuole un certo tipo di continuità per togliersi soddisfazioni”.

I GIOCATORI DELLA FIORENTINA E QUEL PALLONE REGALATO IN RITARDO…

I giocatori della Fiorentina gli bucarono il pallone, la promessa mancata e il bambino divenne laziale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio