Un anno è passato da quella maledetta mattina, che Dio aveva bisogno di prendere un vero capitano per la squadra…
Ogni volta che mi viene in mente quel 4 marzo ad Udine, penso che non sia reale, continuo a pensare che non possa essere, è qualcosa che non possiamo credere o accettare. Ma dicono che così è la vita, penso che spesso molta ingiustizia, pretendo qualcuno come te un essere di luce, di gioia, di nuove vibrazioni sempre, UN UOMO VERO!
Resto con i tuoi momenti vissuti insieme, con i tuoi insegnamenti, i tuo spirito da leader che dal giorno del mio arrivo, hai fatto per aiutarci a integrarci più velocemente.
Grazie capitano, grazie di tutto e ci vediamo lassù!
E sarai per sempre IL MIO CAPITANO!!