29 Ottobre 2020 · 08:31
10.9 C
Firenze

Iachini: “La mentalità di Lecce è quella giusta. Toro squadra costruita per l’Europa League”

Iachini in vista della partita contro il Torino: "Vittoria di Lecce meritata. Belotti lo considero un figlioccio".

Beppe Iachini ha parlato ai canali ufficiali della Fiorentina in vista della sfida di domani sera, che vede la squadra gigliata affrontare il Torino nelle mura del Franchi:

“La vittoria contro il Lecce è stata importante – spiega Iachini – perchè la squadra se lo meritava. Arrivavamo da prestazioni ottime, con tanti tiri, per questo meritava di più; vedi Brescia e Lazio dove abbiamo preso pali e sprecate occasioni. Avremmo meritato più punti. La gara con il Lecce l’abbiamo affrontata nel migliore dei modi e conquistato i tre punti, dobbiamo proseguire su questo tragitto. Mi è piaciuta in particolare la mentalità: abbiamo pressato alto e voluto a tutti i costi la vittoria. In altre occasioni c’è mancata la capacità di sbloccare la partita: quando segni subito le gare si mettono in una condizione che non abbiamo potuto ripetere in altre partite in cui abbiamo fatto fatica a segnare”.

Riguardo al magro bottino di punti conquistati dalla Fiorentina in casa Iachini afferma: “Gli episodi decidono le partite e in casa ci è sempre mancato qualcosa: episodi, pali e adesso i tifosi. Il nostro pubblico ci manca, ma questo non deve essere un alibi. Siamo la squadra più giovane del campionato, dobbiamo fare più punti possibili. La mentalità vista a Lecce è quella giusta, bisogna proseguire su quella strada e fare punti. Vedremo quanti ne riusciremo a fare”.

Iachini sulla partita contro il Toro: “La squadra lavora insieme da diverse stagioni e costruita per l’Europa. Belotti è un grande attaccante, lo considero un figlioccio visto che è cresciuto con me al Palermo. Hanno un centrocampo solido e servirà una grande prestazione della Fiorentina per portare punti a casa”.

“Giocare ogni tre giorni – conclude mister Iachini – è dispendioso. Occorre verificare chi sta bene e chi invece non è al 100%. Ogni gara ha al suo interno più partite, serve l’apporto di tutti. Nella gara di Lecce abbiamo speso un sacco di energie fisiche e mentali, perciò sono da valutare tanti aspetti”.

CONDIVIDI

Scrivi un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ULTIMI ARTICOLI

Messi illumina lo Stadium, il Barcellona umilia la Juventus. Disastro Bernardeschi, il racconto della partita

Barcellona corsaro a Torino, 2-0 alla Juve Come sarebbe finita con Cristiano Ronaldo? È una domanda che la Juventus non può porsi, perché l’assenza del...

CALENDARIO