Sono giorni duri a Firenze e per chi tifa Fiorentina, la sconfitta imbarazzante con il Palermo ormai in serie B ha fatto saltare definitivamente la pazienza a tifosi che in questi anni sono sempre stati al fianco della squadra in ogni suo momento, anche negativo. Adesso però la pazienza è finita e sono finiti tutti sotto il tiro della piazza viola.

Sotto attacco ci sono finiti anche definitivamente i Della Valle colpevoli di non pensare mai davvero alla Fiorentina e di non renderla forte come sarebbe opportuno. Negli scorsi giorni c’è stato il compleanno di Vittorio Cecchi Gori e qualcuno ha rievocato il presidente degli anni 90. Su questo purtroppo, non possiamo essere del tutto d’accordo ma sono punti di vista.

Tornando a oggi, la maggior parte tifosi viola accusano i Della Valle di non dire davvero la verità. Purtroppo hanno ragione. La proprietà marchigiana ha la colpa di non dire chiaramente che gli investimenti non ci saranno sulla squadra fin quando non sarà fatto il nuovo stadio con annessa cittadella commerciale. Questa è la colpa della proprietà. Un pò di sana chiarezza aiuterebbe tutti e farebbe mettere l’animo in pace ai tifosi che si sentono così presi in giro. Aspettando questa benedetta cittadella.

Sono ormai 3 anni che la Fiorentina non investe sul mercato, si limita semplicemente a spendere solo una parte dei soldi incassati dalle cessioni. Quest’anno la notizia è che i soldi che verranno spesi sul mercato saranno tutti quelli che verranno incassati dalle cessioni che ci saranno da giugno in poi. Che grande passo in avanti.

Capite perché i tifosi sono arrabbiati con la proprietà?

Il problema non è l’autofinanziamento, il problema è non dire chiaramente le cose come stanno. Queste verità poi vengono riportate dai giornalisti vicini ai Della Valle ma non direttamente da loro, dallo loro bocca. Una realtà che fa arrabbiare ancor di più i tifosi della Fiorentina il quale vorrebbero sentirsi dire le cose dai propri proprietari e non dai giornalisti.

In questi anni è mancato sempre poco per lottare davvero per la Champions, una piccola differenza da colmare che non si è mai voluta riempire per davvero. Siamo quelli del quarto posto e quelli del vorrei ma non posso. Errori banali che avrebbero potuto mandare la Fiorentina in Champions e aprire un nuovo capitolo economico. Basta pensare a quello che é successo lo scorso anno.

Adesso la vera svolta sotto tutti i punti di vista potrebbe essere solo quella di prendere come nuovo allenatore Luciano Spalletti, uno dei migliori tecnici in circolazione che a Firenze ci verrebbe di corsa per l’amore che nutre per la Fiorentina. L’ingaggio di Spalletti porterebbe entusiasmo e voglia di rilancio, sarebbe un grande segnale per tutti. Nella stagione che segna il cambiamento per l’Europa dato che dal prossimo anno ci sarà accesso diretto ai gironi di Champions League per le prime quattro classificate in serie A.

Spalletti farebbe aprire un nuovo ciclo sotto tutti i punti di vista. Significherebbe rilancio vero. Riporterebbe entusiasmo.

La palla passa ai Della Valle, ancora un volta. Firenze ha perso la pazienza ma ci spera.

 

Flavio Ognissanti