Vincenzo Guerini è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno: “Borja Valero ha dato il cambio che cercavamo dopo il disastro del 2011. Rappresentava il cambiamento di filosofia, da un punto di vista calcistico è stato determinante per far vedere il calcio più bello che si sia visto in Italia negli ultimi anni”.

Prosegue sempre su Borja Valero: “Dal punto di vista umano io ho smesso di credere ai giuramenti eterni, avevo suggerito che secondo me era sbagliato fare un contratto di 4-5 anni a un giocatore di più di 30 anni, ma la mia parola era l’ultima a essere ascoltata. Lui se era così innamorato di Firenze poteva rimanere, aveva altri due anni di contratto. Non ho dubbi che avrebbe giocato titolare nella Fiorentina se fosse riuscito a giocare sui suoi livelli. E’ un uomo di grande cultura. Indubbiamente ha una personalità spiccata e sono convinto che l’Inter abbia fatto un grande colpo. Avevo un rapporto professionale con lui”.

Spende alcune parole anche sul mercato viola: “Mercato? La sensazione da fuori è che sia difficile pensare che giocatori di livello alto possano desiderare di venire a Firenze. Basti vedere cosa succede con Bernardeschi, Borja Valero e Kalinic. I giocatori sono furbi, sanno cosa rischiano a tornare nell’anonimato. E’ indubbio che se Borja va via ci sarà il benestare anche dell’allenatore. Tutto dipende da come si sostituiscono i giocatori. Bisogna trovare l’equilibrio giusto”.

Comments

comments