6 Marzo 2021 · 14:18
12.3 C
Firenze

Gerson: “Dette cose false al mio arrivo a Firenze. Qui sento la fiducia, voglio segnare 6-7 reti. Europa alla nostra portata…”

Il centrocampista della Fiorentina, Gerson, ha rilasciato una lunga intervista a Luca Calamai per La Gazzetta Dello Sport, dalla quale prendiamo qualche stralcio che nella fase iniziale ripercorre il suo arrivo tortuoso poichè si vociferava una voglia per ritornare verso Roma a seguito della sentenza che ha tolto l’Europa League alla Fiorentina a scapito del Milan:

“Quando sono arrivato a Firen­ze, alcuni hanno scritto e detto cose false. Si sono inventati che non ero felice. Che, addirittura, avevo chiesto alla Roma di far saltare il trasferimento e di te­nermi in giallorosso. Bugie. Do­po quella rete volevo che fosse chiaro a tutti che ero contento della mia nuova avventura».

I suoi modelli nel mondo?

«Modric e Kroos. Però da ragaz­zino sono cresciuto impazzen­ do per Robinho. Un genio. Po­ trei guardare per ore i filmati con i suoi gesti tecnici».

Quanti gol spera di realizzare da centrocampista? 

“Non mi interessa indicare un numero. Chessò… 6-7 reti. Potrei fermarmi anche a due a patto che la Fiorentina disputi un gran campionato. Conta il gruppo non il singolo”.

L’obbiettivo della società è conquistare un posto in Europa. 

“Il sesto o settimo posto è un traguardo alla nostra portata. Questa è una squadra forte».

Pioli è il suo primo ammiratore.

«Fin dal primo giorno mi ha detto che devo lavorare duro come sono abituati a fare i gio­catori della Fiorentina. Sento la sua fiducia. È bello».

Il suo cartellino è della Roma.

«So che a fine giugno la Roma potrà riprendermi. Che sono solo in prestito. Ma forse i ds di Fiorentina e Roma hanno an­che fatto altri ragionamenti sul mio futuro. Forse. Ora ho un so­lo pensiero: dare il 100% in ma­glia viola. Questo club crede nelle mie qualità. Devo essere all’altezza delle aspettative».

Sabato la Fiorentina andrà al San Paolo a sfidare il Napoli.

«Hanno tanti grandi giocatori. Quanto agli allenatori mi pia­ceva Sarri e mi piace Ancelotti. Il Napoli è stata una delle for­mazioni più divertenti d’Euro­pa con il suo possesso palla».

Chi toglierebbe ai partenopei?

«Zielinski. O Hamsik. O, forse, Insigne. Meglio lasciar perdere. Sono troppi quelli bravi. Ma la Fiorentina farà la sua partita. Con qualità e coraggio».

Lei ha tanti tatuaggi.

«Il più importante è dedicato alla mia bambina».

Che fa quando non si allena?

«Palleggio in casa. Per la dispe­razione di mia moglie Greice. Poi guardo film d’azione. Dove si spara molto. Adoro “Get Rich or Die Tryin”, l’attore che mi fa impazzire è 50 cent».

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Probabili formazioni, Eysseric al post di Ribery, rientra Bonaventura. Nel parma spazio a Valenti

Come riporta Tuttomercatoweb, il 26° turno di Serie A tornerà ad essere composto da dieci gare, a meno di sorprese: il Torino ha avuto...

Gattuso in partenza da Napoli. Gli azzurri su nomi che piacciono anche ai viola, da Juric a De Zerbi

Di Gattuso e del Napoli ha parlato l'esperto di mercato Niccolò Ceccarini su tmw: "Al Napoli, con Gattuso in partenza, la società ha iniziato a...

CALENDARIO