La Commissione Federale sui profili di rischio ha indicato la strada per un nuovo format dei tornei. Sia la Serie A che la Serie B a 18 squadre mentre la C avrà due gironi da 18 club ciascuno. Lo scopo è selezionare bene alla base per uscire dalla morsa dei fallimenti (sempre più ricorrenti).

L’auspicio è che i controlli siano sempre più attenti anche in cima al sistema-calcio. Così si prospetta un ritorno all’antico anche in via Rosellini: una Lega unica tra A e B, mantenendo quella di C. Il passaggio di ieri è significativo perché a questo studio hanno contribuito tutti i rappresentanti delle componenti interessate. Ora tocca al Consiglio Federale e al presidente Tavecchio proseguire il delicato lavoro diplomatico.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Comments

comments