25 Gennaio 2021 · 21:49
3.7 C
Firenze

Gazzetta scrive: “Il Bologna fa più della Fiorentina. Dragowski mura il derby”

Un punto a testa per non scivolare nella zona pericolo

Foto presa dai canali social della Fiorentina

Un punto a testa per non scivolare in zona pericolo, scrive oggi La Gazzetta dello Sport. C’è poco altro di positivo nel grigio pareggio per 0 a 0 tra Fiorentina e Bologna. La squadra di Prandelli dopo la notte magica allo Juventus Stadium è tornata di colpo nella sua versione peggiore. C’è un dato statistico che fotografa in maniera impietosa la prova dei viola: in tutta la partita non c’è stato un solo tiro nello specchio della porta difesa da Da Costa. Il palo scheggiato nei minuti iniziali da Ribery è arrivato grazie a una deviazione di un giocatore del Bologna. Fiorentina insomma inconsistente nella fase offensiva anche a causa della scelta del tecnico di partire con cinque difensori puri e di lasciare Vlahovic isolato davanti con il solo Ribery a girargli intorno. Perché Prandelli non ha scelto una strada più coraggiosa? Anche in corso d’opera ha sorpreso la decisione di inserire Kouame al posto di Vlahovic. Le due punte potevano essere un tentativo corretto per provare a sbloccare il risultato.

Fiorentina spuntata e Bologna, per la prima volta dopo tanto tempo, blindato nel suo pacchetto difensivo. Dopo 466 giorni la squadra di Mihajlovic ha chiuso senza subire reti in trasferta. L’ultima volta era stato nel settembre del 2019 con un altro 0 a 0, stavolta a Marassi contro il Genoa. A parte questa ritrovata attenzione difensiva il Bologna ha costruito sicuramente qualcosa in più. Non a caso, il migliore in campo tra i viola è stato il portiere Dragowski. La Fiorentina vera dura più o meno una decina di minuti. I primi. Funziona bene Borja Valero in cabina di regia e hanno subito buoni spunti Castrovilli e Ribery. Un’incursione di Franck manda in confusione a difesa del Bologna. Iltocco del francese viene deviato sul palo da un difensore rossoblù. E anche Vlahovic fa un buon movimento in area senza trovare però la porta. Poi, di colpo, la squadra di Prandelli si abbassa, si fa «addormentare» dal possesso palla, quasi sempre in orizzontale dei rossoblù. Dragowski comincia a impreziosire la sua domenica salvando una conclusione a botta sicura di Palacio (dopo un clamoroso errore di Pezzella). E si ripete controllando due conclusioni di Barrow e Soriano. Nel finale di primo tempo però è Dominguez, il migliore in campo della formazione di Sinisa, a compiere un recupero fantastico togliendo un palla gol sicura a Vlahovic.

Nella ripresa il tema della partita non cambia: continui giro palla del Bologna che raramente, però, riesce a liberare un suo giocatore al tiro. Lo stesso succede in casa viola nonostante il tentativo di Prandelli di pescare la carta giusta dalla panchina inserendo prima Kouame e poi Bonaventura. La sensazione è che le due squadre abbiamo più paura di perdere che voglia di conquistare i tre punti. Anche se nel finale è la squadra viola a creare qualche timida situazione di pericolo con le iniziative di un Ribery completamente ritrovato. Almeno a livello di gambe e di determinazione. La Fiorentina continua a non vincere al Franchi. Rocco Commisso, per problemi burocratici, non è riuscito ad arrivare a Firenze per seguire il derby dell’Appennino. Può consolarsi con il fatto di non aver perso un grande spettacolo. Il Bologna conquista un punto che muove la classifica. Ora che ha ritrovato un minimo di equilibrio difensivo la squadra di Sinisa non deve smarrire i suoi goleador. Da Palacio, Barrow e Orsolini è giusto attendersi di più.

LEGGI ANCHE, MOVIOLA CORRIERE DELLO SPORT, GIUSTO ANNULLARE IL GOL DI ORSOLINI. MANCA IL GIALLO A SCHOUTEN

Moviola Corriere dello Sport, giusto annullare il gol di Orsolini. Manca il giallo a Schouten

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

(VIDEO) Aleksandr Kokorin è arrivato a Firenze. Adesso incontrerà a cena il presidente Commisso

Ecco l'arrivo di Aleksandr Kokorin a Firenze. Ora l'incontro a cena con Rocco Commisso

FATTA PER MALCUIT, ENTRO 48 ORE A FIRENZE. MEGLIO NON SPENDERE, A GIUGNO RIVOLUZIONE

Il primo colpo è arrivato a Firenze, Kokorin è un calciatore di cui si aveva bisogno, quelle caratteristiche, nella rosa viola, non ci sono....

CALENDARIO