30 Novembre 2020 · 08:29
6.6 C
Firenze

Fratini: “Io alla Fiorentina? Siamo più vicini. Avrei voluto aprire un canale preferenziale con il Grosseto…”

"Viola al lavoro per stabilire rapporti con le società toscane. Callejon? Non può giocare seconda punta"

michele fratini

Scopritore di talenti, intermediario e un’esperienza nel calcio lunga 17 anni. È un profilo completo quello di Michele Fratini, accostato spesso alla società viola. Del resto, Fratini ha collaborato già con un dirigente di primissimo piano, Giancarlo Antognoni, nell’avventura di Scouting per le Giovanili della Nazionale. Ecco le sue parole rilasciate a controcalciosocialtv.it:

“Non mi vedo in un ruolo preciso in società. Nella mia carriera ne ho ricoperti diversi. In generale – spiega – mi piacerebbe mettermi a disposizione della squadra della mia città, che porto sempre nel cuore. Un settore che vedo confacente alle mie attitudini ed esperienze è quello giovanile ma potrei anche coadiuvare il figlio di Commisso nella gestione societaria e perché no lavorare all’estero visto che so bene due lingue, inglese e spagnolo. A che punto siamo con la trattativa? Ci sono stati diversi colloqui positivi. Una persona può aspettare anche uno, due anni purché poi si riprenda da dove ci si era fermati. Posso comunque dire che siamo meno lontani di prima…”.

Un pensiero anche alla Fiorentina di oggi, reduce dalla vittoria sofferta con l’Udinese. “Proviamo a guardare il bicchiere mezzo pieno… Al netto delle due sconfitte e del pari con lo Spezia, la squadra ha valore ed è migliorata con gli innesti di Bonaventura e con il ritorno di Biraghi. Con l’Udinese è venuto fuori il vero Castrovilli che al momento è il capocannoniere della squadra.

Anche Amrabat mi è sembrato più in partita. Ancora fa un tocco di troppo e rischia di perdere palla. Se guardo il bicchiere mezzo vuoto – precisa –dico che c’è stata poca univocità, poca sincronia tra le richieste di Iachini e gli acquisti. Si sa che Iachini – confermato da Rocco Commisso – gioca con il 3-5-2. Alcuni giocatori che sono arrivati non vanno bene per quel modo. Ho visto Callejon costretto prima a fare la seconda punta, poi l’esterno… Callejon è un’ala, non può fare il quinto di centrocampo perché non ha la fase difensiva”.

Una partnership con altre società del territorio toscano potrebbe portare ottimi frutti alla Fiorentina permettendole di sviluppare una filiera corta dei talenti. “La Fiorentina di Commisso – aggiunge ancora Fratini – sta lavorando per instaurare dei rapporti stabili con le società del territorio toscano. Mi sarebbe piaciuto aprire un canale preferenziale con il Grosseto, visto che conosco a fondo quella realtà. Sersanti? È un buon giocatore anche se adesso sta trovando poco spazio. Le qualità non gli mancano certo e spero che nell’arco della stagione possa confermare il suo valore. Ha fatto bene la Fiorentina a rimandarlo a Grosseto ma gli serve continuità. Guardiamo Sottil che adesso sta facendo valere il suo talento: a Firenze era un’incognita, a Cagliari dove gioca ed è schierato nella posizione giusta rende bene. Un profilo adatto alla Fiorentina? Vedo ben avviato Boccardi, attaccante classe 1996: ha iniziato alla grandissima. Se prosegue così in futuro può andare in una categoria superiore dunque in serie B. Non lo vedo pronto subito per un club di Serie A”.

LEGGI ANCHE, GAZZETTA, NIENTE FIORENTINA NEL FUTURO DI FARAONI: HA RINNOVATO CON L’HELLAS VERONA FINO AL 2024

Gazzetta, niente Fiorentina nel futuro di Faraoni: ha rinnovato con l’Hellas Verona fino al 2024

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

NO INVESTIMENTI A GENNAIO, SOLO A BASSO COSTO. PRADÈ E PRANDELLI FINO A GIUGNO. ALLA SQUADRA MANCA GRINTA

La Fiorentina perde anche contro il Milan e la classifica si fa veramente brutta. Ma non è questo il momento dei processi. Ci sono...

Disastro Fiorentina! 8 punti alla nona giornata: mai così male nell’era dei tre punti

I dati Opta sottolineano un inizio di campionato shock per la Fiorentina. Riusciranno i viola a svoltare la stagione?

CALENDARIO