5 Dicembre 2021 · 11:56
10.7 C
Firenze

Florenzi convinto della Fiorentina per 3 motivi. Prestito con riscatto a 25 milioni. Ingaggio top

Questo quello che scrive il portale Calciomercato.com su Florenzi e un suo possibile passaggio alla Fiorentina:

“La Roma sta per perdere il terzo capitano in tre anni. Dopo Totti e De Rossi, infatti, sembra arrivato il turno di Alessandro Florenzi che ieri ha esultato come un gol dopo l’assist a Mkhitaryan e a fine partita si è lasciato andare con un dipendente del club: “Domani sera col mio discorso vi farò piangere”. Un discorso di addio, anzi di arrivederci probabilmente quello di Florenzi nonostante Pellegrini abbia provato a smorzare: “Parole fraintese, è il nostro capitano. Spero che resti”.

Alla porta però c’è la Fiorentina, disposta a prenderlo per sei mesi con eventuale riscatto. Alessandro, che in giallorosso sperava di poter chiudere la carriera come Totti e De Rossi, deve a malincuore prendere in considerazione l’offerta. Fonseca lo vede poco e male. Nelle ultime due giornate ha giocato solo per l’assenza di Santon e le condizioni fisiche non ottimali di Spinazzola. Ma di fatto è la terza scelta, anzi “opzione” come dice Fonseca. Quella di ieri quindi potrebbe essere stata l’ultima partita di Florenzi all’Olimpico. Almeno in questa stagione.

Oggi Florenzi vivrà una giornata diversa. Si prenderà i complimenti per la buona prova di ieri, poi parlerà con Petrachi insieme al suo agente Lucci per capire le prossime mosse. Come detto la Fiorentina è pronta, e in questo momento ha superato la concorrenza di Cagliari e Lione per tre motivi: la vicinanza della città,  la presenza di Montella che lanciò Florenzi in serie A nel 2011 e il ricordo di Astori suo grande amico. L’offerta è un prestito di 6 mesi con diritto di riscatto sui 25 milioni. L’ingaggio non calciatore resterebbe lo stesso (2,8 milioni) così come il ruolo (anche se più avanzato visto il modulo) che da quella parte prevede l’utilizzo di un Lirola non esaltante. in serata Florenzi cenerà (da capitano) con i dipendenti del club nella consueta cena di Natale. Lì leggerà il famoso discorso strappa lacrime. Poi la probabile ultima trasferta, proprio a Firenze. Un caso?”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO