Ferrero: “Muriel un campione, Praet stava per punire i viola. Il nostro obbiettivo…”

Il presidente della Samp parla dopo il pareggio in casa viola, toccando anche l'argomento Praet...

0
171

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero è intervenuto ai microfoni Rai nel corso della trasmissione “Il calcio nella politica” ecco le sue dichiarazioni:

“Sono molto felice per la squadra, che hanno cuore e gamba, e anche per il mister, che ama far giocare a calcio e non a pallone.
I nostri obbiettivi? Mi aspetto un campionato tranquillo, dove tutti i miei gioielli possano ambientarsi al meglio. Ovvio, abbiamo bisogno di tempo, il nostro obiettivo è proprio la serenità, vedremo dove ci porteranno testa, gambe e cuore. Muriel? È un campione. E lo sta dimostrando da tantissimi anni. Chi segna non ha età: ci sono attaccanti diventati bomber a 27 anni. I goleador sono giocatori e uomini particolari, hanno la responsabilità di portarsi la squadra sulle spalle e segnare. Luis nel nostro caso, è stato il giocatore più pagato, e mai era stata fatta un’operazione di questo genere. Sono stato criticato, poiché quando arrivò a Bogliasco era infortunato, stava male e lo abbiamo dovuto curare e gestire piano piano. Ci ripagherà a suon di gol ne sono più che sicuro. Assomiglia a Ronaldo, il brasiliano. Questo è un paragone di buon augurio, si intende e spero sia uno stimolo in più per lui. Praet? A momenti fa un bello scherzetto alla Fiorentina (squadra a cui era molto vicino nel calciomercato estivo) È duttile e può giocare in qualsiasi ruolo del centrocampo. Ha tanta voglia di emergere nel nostro campionato.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.