E alla fine arrivò il giorno dell’Italia. Gli azzurrini di Di Biagio esordiscono nell’Europeo U21 sfidando l’insidiosa Danimarca. A Cracovia, calcio d’inizio alle ore 20.45, servirà una grande prestazione dell’Italia per cominciare bene l’avventura continentale e ipotecare il passaggio del turno. Gli azzurrini hanno vinto cinque titoli U21 in 12 anni tra il 1992 e il 2004 – tre di fila nel 1992, 1994 e 1996, e altri due nel 2000 e 2004. Nel 2013 sono stati vice campioni d’Europa dietro la Spagna. Nella loro storia hanno perso un’altra finale, nel 1986, e hanno raggiunto quattro volte la semifinale. La Danimarca è una formazione compatta che può anche disporre di buone individualità come Ingavartsen del Nordsjaelland, 8 reti nelle qualificazioni e nella vecchia conoscenza del calcio italiano, quel Zohore, passato senza gloria nella Fiorentina (dal 2012 al 2015). Tra le due squadre ci sono stati otto precedenti, sette in gare ufficiali e uno in amichevole. L’Italia è imbattuta con 4 vittorie e 3 pareggi (12 reti fatte e 6 subite).La Danimarca non ha mai vinto contro gli azzurri, nemmeno nell’ultimo match, disputato a novembre scorso a Bergamo (0-0). L’Italia ha battuto la Danimarca nel cammino verso i titoli U21 del 1992 e 2000. L’Italia ha mantenuto la porta inviolata sette volte nelle qualificazioni del Gruppo 2, subendo appena tre gol in dieci partite – miglior difesa insieme a Danimarca e Inghilterra. L’arbitro del match sarà lo slovacco Kružliak.

COME ARRIVA L’ITALIA – Sarà 4-3-3 per l’Italia con Donnarumma in porta, Conti e Barreca sulla fascia, Rugani e Caldara coppia centrale. Pellegrini, Gagliardini e Benassi in mezzo. Berardi, Petagna e Bernardeschi a formare il tridente offensivo. Il c.t. dell’Italia, Gigi Di Biagio, è carico in vista dell’esordio: “I ragazzi sono concentrati su tutte le partite che devono giocare qui in Polonia. La prima partita è sempre la più importate soprattutto con questa formula del torneo. La Danimarca è una squadra cresciuta tantissimo negli ultimi anni, è molto organizzata e propone un bel calcio. Li abbiamo visionati e analizzati ma il focus deve essere su noi stessi. Voci su Donnarumma? Secondo me, per lui, deve essere un motivo di crescita, deve essere un modo per rafforzare la personalità e trovare un equilibrio giusto. Non avrà sicuramente problemi”.

COME ARRIVA LA DANIMARCA – Sarà 4-2-3-1 con Hojbjerg, Holst, Banggard, Maxso e Blabjerg in difesa. Christensen e Norgard in mezzo. Hjulsager, Andersen e Zohore sulla trequarti, Ingvartsen centravanti. Il c.t. della Danimarca, Niels Frederiksen, parla così prima del match: “Non vediamo l’ora di giocare, sappiamo che l’Italia è forte ma ci siamo preparati al meglio”.

ITALIA U21-DANIMARCA U21 ITALIA U21 (4-3-3): Donnarumma; Conti, Rugani, Caldara, Barreca; Pellegrini, Gagliardini, Benassi; Berardi, Petagna, Bernardeschi. All.: Di Biagio. (Panchina per Chiesa)

DANIMARCA U21 (4-2-3-1): Hojbjerg; Holst, Banggard, Maxso, Blabjerg; Christensen, Norgard; Hjulsager, Andersen, Zohore; Ingvartsen. All.: Frederiksen.

ARBITRO: Kružliak (Slovacchia)

Fonte TMW

Comments

comments