25 Gennaio 2021 · 22:14
3.7 C
Firenze

Dragowski: “Fiorentina? Stavo andando via, psicologo e famiglia mi hanno salvato. Poi Commisso…”

"Quando i miei connazionali che giocano in Serie A mi chiedono com'è possibile che non lottiamo per l'Europa, non so che cosa rispondere"

Ecco alcuni estratti dell’intervista realizzata da Repubblica a Bartlomiej Dragowski, portiere della Fiorentina:

Se l’aspettava invece la chiamata della Fiorentina?

“Ero molto giovane ma mi stavo affermando e in quegli anni c’erano alcuni club europei interessati a me. Mi sentivo pronto per il salto. Ho scelto Firenze sia per le opportunità che per le sue ambizioni. E poi anche per la città, una bellezza autentica nel mondo”.

Tante aspettative, però lei finisce come secondo di Tatarusanu, Sportello e Lafont…

“Il primo anno avevo messo in conto che sarebbe stato di apprendimento per me. Dovevo entrare nei meccanismi. Dal secondo anno però, mi sentivo pronto e invece mi sono accorto che ero il secondo portiere: questa cosa mi ha fatto un po’ arrabbiare. Ci sono rimasto male, ero deluso. Non sapevo cosa fare e per me è stato un momento molto duro. A quei tempi ero anche un po’ una testa calda. Ne sono venuto fuori con un percorso che ho intrapreso con uno psicologo polacco che tuttora mi assiste. Mi ha aiutato gestire meglio le mie emozioni, i miei pensieri. Non mi ha aiutato suo lui però”.

No e chi altro?

“Anche il preparatore dei portieri Rosalen Lopez, col quale ho un rapporto fantastico. Ci conosciamo ormai da cinque anni e quando vado all’allenamento riesco sempre a divertirmi”.

Finisce con l’Empoli e torna a Firenze, dove tutto è cambiato…

“Avevo già deciso di non rimanere. Perchè non vedevo prospettive per me. Poi però quando sono tornato da Empoli è cambiato tutto. Una nuova proprietà, una nuova dirigenza. Ho parlato con il presidente Commisso e coi dirigenti e ho deciso di rimanere”.

Il primo rinnovo di Commisso…

“Ho capito che si stava aprendo una nuova pagina della mia carriera”.

E si è pentito?

“Mai. Anzi sono felicissimo di essere rimasto e di aver sposato questo progetto”.

Vi aspettavate di ritrovarvi in questa situazione?

“Parlo spesso coi miei connazionali che giocano in Serie A. E tutti mi chiedono: “ma come è possibile che la Fiorentina non sia lottare per un posto in Europa?”. Devo essere sincero, non so cosa rispondere a volte”.

LEGGI ANCHE, CORRIERE FIORENTINO, FIORENTINA PRONTA AD OFFRIRE 10 MILIONI PER GOMEZ: LUI VUOLE LA JUVE O L’INTER

Corriere Fiorentino, Fiorentina pronta ad offrire 10 milioni per Gomez: lui vuole la Juve o l’Inter

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Papu-Siviglia: arrivano le firme. All’Atalanta 7.5 milioni di euro, contratto fino al 2024 per Gomez

Il Papu Gomez lascia l'Atalanta. Lo attende una nuova avventura in Spagna con la maglia del Siviglia

(VIDEO) Aleksandr Kokorin è arrivato a Firenze. Adesso incontrerà a cena il presidente Commisso

Ecco l'arrivo di Aleksandr Kokorin a Firenze. Ora l'incontro a cena con Rocco Commisso

CALENDARIO