“Magari con la vendita di Borja Valero e Ilicic potrebbe essere Hagi il giovane che potrebbe avere più spazio e beneficiare di questa doppia cessione per mettersi in mostra”

È stato questo il pensiero di diversi tifosi viola dopo le varie cessioni di questa estate. Il giovane Hagi è sempre stato oggetto molto misterioso in riva all’Arno ma complice gli sprazzi in primavera e i tanti pareri positivi del mondo del calcio, tutti hanno sempre riposto nel classe 98 tanta fiducia.

Le poche occasioni in cui Hagi si é messo in mostra con la maglia viola ha sempre dimostrato di essere un gran talento dalla sublime tecnica e visione di gioco. In tutte le apparizioni è però sembrato ancora un pò acerbo fisicamente. Nel ritiro estivo di Moena Hagi ha mostrato sprazzi di grande classe.

Iniziato il campionato il rumeno non si è più visto in campo. Solo panchina per lui, quando gli è andata bene. Perché nelle ultime quattro partite ad esempio, Hagi in ben tre occasioni non è stato nemmeno convocato da Stefano Pioli. Una vera bocciatura. E non si può parlare di turnazione tra i più giovani perché nell’ultimo mese praticamente è sempre toccato a lui restare a casa. Anche per la trasferta di Verona contro il Chievo al talento classe 98 è toccata la stessa sorte, fuori dai convocati.

Solamente un anno fa Luciano Moggi parlava di Hagi come di un talento incredibile. La speranza viola è solo quella di non sprecare questo patrimonio tecnico della Fiorentina, che per onor del vero, avrebbe preferito il prestito in estate, prestito rifiutato dallo stesso calciatore.

Pioli non sembra avere grande fiducia del giovane rumeno, che fino ad ora é stato messo ai margini. Chissa se questa sia una bocciatura definitiva o un semplice momento. Con il mercato di gennaio che potrebbe essere un salvagente per il calciatore.

Flavio Ognissanti

Comments

comments