25 Luglio 2024 · Ultimo aggiornamento: 15:15

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
De Zerbi: “Aquilani farà una grandissima carriera anche se adesso è un pò indietro come livello”
News

De Zerbi: “Aquilani farà una grandissima carriera anche se adesso è un pò indietro come livello”

Redazione

22 Aprile · 14:44

Aggiornamento: 22 Aprile 2023 · 14:44

Condividi:

Roberto De Zerbi, allenatore del Brighton, ha parlato in esclusiva a Sport Mediaset, queste le sue parole in cui cita anche Aquilani, tecnico della Fiorentina Primavera:

“Inter, Roma o Chelsea? Non ho parlato con nessuno ma penso che in questo momento per il mio percorso, per la mia vita sia importante rimanere al Brighton. Ho dovuto lasciare lo Shakhtar dopo otto mesi di lavoro e l’ho fatto malvolentieri e andare via dal Brighton dopo lo stesso tempo mi sembrerebbe come non portare a termine il lavoro. La mia volontà è quella di rimanere, poi dovrò parlare col club e confrontarci per capire cosa si aspettano, cosa vogliono, quali sono le loro ambizioni. La mia storia lo racconta: non mi muovo a seconda delle richieste importanti o meno. Il Chelsea avrebbe chiesto ufficialmente al Brighton la possibilità di trattare e di pagare la clausola di 13 milioni? Non lo so e non credo perché nessuno mi ha avvisato e nessuno mi ha chiamato”.

De Zerbi e il Milan: “Io sono cresciuto al Milan, ho vissuto tre anni a Milanello e la mia formazione calcistica viene dal Milan, quello vero: la mia educazione calcistica viene dal Milan di Baresi, di Tassotti, di Maldini, di Boban, di Savicevic e di Costacurta. Sono tifoso del Brescia ma sono riconoscente al Milan per quello che mi ha dato e per come mi ha cresciuto. C’è sempre un occhio di riguardo”.

“Sono fortunato a lavorare qua. Ho trovato un gruppo di giocatori già abituato a giocare con coraggio, a cambiare modulo all’interno della gara e poi ovviamente ci ho messo un po’ del mio perché è chiaro che faccio fatica a scimmiottare gli altri. Anche qua dovevo essere me stesso e devo dire che ho avuto una risposta importantissima da parte dei giocatori. Sono convinto che i giocatori contino più dell’allenatore. Del Brighton mi piace tutto, mi piace il campionato, mi piace la mia squadra e mi piace il modo che hanno gli inglesi di intendere il calcio. Mi trovo bene nel club e stanno arrivando anche i risultati: non posso chiedere di più”.

Guardiola che ha detto che il Brighton è la miglior squadra che costruisce dal basso? Mi fa piacere anche perché lui qualcosa ha vinto ma penso che fino a quando Guardiola allenerà sarà difficile far qualcosa con la palla meglio di quello che faccia lui”.

Dopo Serie A e Premier? “Non vorrei spostarmi da Brighton poi vedremo cosa succederà anche perché prima o poi dovrò spostarmi. Mi piacerebbe un giorno tornare in Italia però mi piacerebbe fare altre esperienze all’estero: una in Germania e una in Brasile”.

Italiano, Dionisi e De Zerbi sono i nomi nuovi del made in italy in panchina, li abbiamo nominati tutti o manca qualcuno? Penso che ci siano tanti allenatori giovani bravi, Zanetti dell’Empoli è molto bravo, oppure qualcuno che è indietro come livello ma secondo me diventerà un allenatore importante, è Alberto Aquilani, che sta allenando la Primavera della Fiorentina”

Domenica appuntamento storico con la semifinale di FA Cup a Wembley contro il Manchester United: “Non vedo l’ora che inizi la partita, sarà una giornata importante per tutti, speriamo di fare di tutto perché vada bene. Cercherò di godermi quella giornata”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio