Serse Cosmi torna sulla panchina del Perugia dopo ben 16 anni, e lo fa in grande stile: “Ringrazierò in eterno il presidente per avermi ridato qualcosa che pensavo stesse svanendo, ma ho dentro quello che lui stava cercando. Non so quanto tempo ci metterò a incidere, ma sono talmente matto da volermi andare a giocare la partita il 14 gennaio in Coppa Italia a Napoli”, afferma visibilmente commosso durante la conferenza stampa.

“Per me è importante essere qui, sono tornato a casa mia e mi sto rendendo conto che con il passare degli anni si fa molta più fatica a gestire l’emozione. Il presidente ha avuto coraggio e il ringraziamento sarà eterno, perchè allenare è un conto, allenare il Perugia è un altro”. E ancora: “Ringrazio anche Oddo: oltre ad essere stato un mio ex giocatore è anche un amico, non mi fa partire dal penultimo posto come mi è capitato spesso, ma dall’ottavo, e questo è un fattore importante. Sono tornato qui perchè oltre ai tanti bei momenti ne ho vissuto uno bruttissimo, la retrocessione in B a Firenze. Ho avuto altre esperienze, anche belle, ma l’addio dopo quella sconfitta mi ha rovinato in tutti questi anni”.