4 Dicembre 2020 · 20:45
11.3 C
Firenze

“Con Sarri la Fiorentina farebbe un grande affare. Quale posto migliore di Firenze per lui?”

Gli amici di Figline Valdarno e di parte della Toscana fanno il tifo per Maurizio alla Fiorentina

Settantacinque giorni. Tanti ne sono passati dall’otto di agosto, quando la Juventus ha esonerato Maurizio Sarri, dopo l’ennesima eliminazione in Champions League dei bianconeri. Più di due mesi di silenzio assoluto nel quale il Valdarno sembra avere inghiottito l’allenatore che qui è cresciuto e qui ha mosso i primi passi in panchina. Nessuno l’ha più visto e nemmeno sentito per telefono. «Maurizio è un amico e una persona per bene — afferma Agostino Iaiunese, titolare dell’Antico Caffè Greco di Figline, nonché presidente del Club Napoli “Maurizio Sarri” — e questo è il momento di lasciarlo in pace con i suoi pensieri». Perché da queste parti l’amicizia e il rispetto hanno i loro tempi e i loro silenzi. «Se arrivasse alla Fiorentina sarei contento per lui, sarebbe un’altra tappa importante della sua carriera. Per noi resta uno degli allenatori più forti del mondo, con tutto il rispetto per Gattuso, e il popolo napoletano è ancora innamorato di lui. Solo Sarri e Maradona hanno cambiato la nostra storia in modo radicale. Certo, il passaggio alla Juventus ha fatto male. Non riesco, però, a capire come abbiano potuto sostituirlo con Pirlo, in fondo ha vinto come e quanto gli altri».

Al Circolo Arci «Bonatti» di Matassino l’edicola votiva dedicata all’allenatore partito dalla Seconda Categoria non c’è più, via foto e gagliardetti di tutte le squadre che ha allenato nel corso degli anni: «Abbiamo ristrutturato — certifica Enzo, dipendente di fede juventina — e nessuno li ha rimessi al loro posto. La Fiorentina? Maurizio è un amico e tale resterà per sempre, ma calcisticamente diventerebbe un avversario. Ci siamo sentiti durante il lockdown, ma da quando è tornato nessuno l’ha più rivisto, anche perché ha fatto casa nuova vicino a Castelfranco di Sopra». Fatto fuori dalla Juventus, ancora sotto contratto con i bianconeri, Sarri sta valutando le opzioni a disposizione (secondo le ultime voci avrebbe già raggiunto un accordo con la Juventus per la rescissione in attesa di un’offerta concreta), considerando che è tornato in Italia, dopo l’esperienza vincente al Chelsea, anche per stare più vicino ai genitori. Quindi quale posto migliore di Firenze e della Fiorentina.

Risalendo da Figline a Reggello, in via Dante Alighieri, c’è il bar Daniel tappezzato di sciarpe viola. Qui si gioisce per ogni vittoria della Fiorentina e per ogni sconfitta della Vecchia Signora: «Con la Juventus ci ha dato una grande soddisfazione non vincendo la Champions — sottolinea David, il titolare del bar — se viene alla Fiorentina sarei proprio contento, sia per l’allenatore che per l’amico. Anche se è un po’ che non lo vedo. Quando stava a Vaggio capitava di passarci e di vedersi, ma da quando ha fatto la casa nuova a Castelfranco mi rimane scomodo».

«Ho pianto quando Sarri è andato via da Napoli e, anche se so che non è possibile, sogno che torni». Fiorentino Arpaia è il presidente del Napoli Club O’ Sarracino di Arezzo e Maurizio l’ha conosciuto insieme con il figlio andando a casa sua, a Vaggio: «È un tecnico molto preparato e una persona straordinaria. Se riuscirà a trovare l’accordo con la Juventus la Fiorentina farà un grande affare, non solo per il gioco ma pure perché Sarri è capace di valorizzare l’intera rosa e lanciare i giovani. Inoltre ritroverebbe Callejon, che ne conosce alla perfezione metodi e filosofia». Lo scrive il Corriere Fiorentino.

LEGGI ANCHE, CORFIO, COMMISSO HA SMENTITO LE VOCI SU SARRI MA LA FIORENTINA CI PENSA. IL MISTER VORREBBE UN TRIENNALE

CorFio, Commisso ha smentito le voci su Sarri ma la Fiorentina ci pensa. Il mister vorrebbe un triennale

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

PRANDELLI NEGATIVO TRE VOLTE, TORNA AD ALLENARE. CASO NON CONFERMATO, GIOCATORI LIBERI

ACF comunica che nelle giornate di mercoledì, giovedì e venerdi Cesare Prandelli è stato sottoposto a test molecolare per la ricerca del Covid-19. I test...

Mihajlovic furioso: “Se trovo chi parla con i giornalisti lo faccio finire di giocare. Sanno sempre tutto”

Sinisa Mihajlovic, alla vigilia della partita contro l'Inter, ha parlato in conferenza stampa, e a chi gli chiede se il Bologna cambierà assetto a...

CALENDARIO