Non è la prima volta che la Fiorentina ha trovato difficoltà a trovare la rete come la scorsa domenica a Bergamo.

Dove stanno le colpe di Pioli? Probabilmente Pioli non ha molte colpe, è vero che la sua squadra non fornisce un gioco scintillante ma è altrettanto vero che la compagine viola crea sempre occasioni da rete che non vengono sfruttate. C’é da evidenziare il dato altamente negativo della Fiorentina, che come squadra può vantare il 3° posto nella classifica del maggior numero di  tiri tentati (344) ma che ha realizzato appena 34 reti (una rete ogni dieci tiri e mezzo). Pioli è dunque da assolvere da responsabilità causa la pochezza qualitativa dei giocatori in attacco che non hanno capacità realizzative.

Di chi sono quindi le responsabilità? Senza dubbio di Corvino che con quasi 20 milioni di euro ha preso un giocatore come Simeone non adatto al gioco proposto dal mister. Lo stesso DG non è riuscito ad individuare dei degni sostituti di Bernardeschi ed Ilicic che erano determinanti in zona gol.

Pioli può fare qualcosa per migliorare la situazione? Certamente sì. La soluzione migliore da provare è quella di avvicinare Chiesa alla porta dato che è il più grande talento della squadra e può essere un ottimo realizzatore. Anche Thereau non è in grado di fare l’esterno e potrebbe essere avvicinato alla porta.

L’imputato Pioli è assolto, a patto che trovi delle nuove soluzioni.

Lorenzo Bigiotti