Può la partita contro il Crotone essere già un crocevia decisivo? Sì. Perché dopo la vittoria di Cagliari, che ha regalato nuove convinzioni e vecchi difetti (i troppi gol subiti in trasferta) la Fiorentina è chiamata a bissare senza se e senza ma contro il Crotone. Al Franchi si presenta un match point: punto. I calabresi di Nicola sono più ultimi che mai, arenati ad 1 punto 1 in campionato, senza dare l’impressione di poterne venire fuori, complice una cifra tecnica che appare inadatta alla bottega pregiata della Serie A.

Così, Sousa ha un solo risultato a disposizione: la vittoria. E’ fondamentale centrare i 3 punti, perché tutte quelle davanti stanno subendo battute d’arresto, inciampando in più di un’occasione. Considerando che la viola ha la gara contro il Genoa da recuperare, agganciare il treno dei primi posti fin quando è in stazione – cioè adesso – è assolutamente indispensabile per colorare un campionato che rischiava di essere tristemente grigio sino ad una manciata di giorni fa. Per questo la gara contro il Crotone è già decisiva: una battuta d’arresto inopinata contro gli ultimi della classe, dopo la vittoria del Sant’Elia, potrebbe incidere negativamente a livello psicologico, oltre a far perdere punti vitali a Sousa.

Comments

comments