Oreste Cinquini, oggi dirigente dello Zenit di Mancini, parla al Corriere fiorentino di come scoprì Stefano Pioli nelle vesti di allenatore: “Come lo scelsi? Grazie alla Fiorentina, perché l’avevo avuto come giocatore e conoscevo le sue qualità umane e la sua preparazione tecnica. Già ai tempi viola era un allenatore in campo. Quando me ne andai da Bologna, lo consigliai al Parma: ancora oggi ci sentiamo spesso, Stefano è stata una delle mie scommesse più belle”.

Comments

comments