Chiesa: “Voglio diventare una bandiera della Fiorentina. Fiesole magica. Crediamo all’Europa”

"Pressione per il cognome? Solo sui giornali, per me è solo un grande onore. Nello spogliatoio crediamo all'Europa League" così Federico Chiesa

0
880
Firenze, stadio Artemio Franchi, 15.01.2017, Fiorentina-Juventus, Foto Fiorenzo Sernacchioli.

Federico Chiesa ha parlato nella diretta Facebook organizzata dalla Nazione, queste le sue parole:

“Non mi aspettavo la prima giornata di giocare a Torino contro la Juventus, è stato un sogno, un esordio unico, il mister in tre giorni ha deciso il mio futuro. Fu un genio perché ha intravisto in me il potenziale per diventare un titolare della squadra. In ritiro a Moena non me l’aspettavo di fare questo salto e di diventare in sei mesi un titolare della Fiorentina.

Mi fa piacere essere figlio di un grande calciatore, grazie ai suoi consigli mi sono ritagliato un posto nel settore giovanile della Fiorentina e poi in Prima Squadra. La pressione di avere un nome così importante la vedo solo sui giornali, per me è un piacere. Faccio il massimo per questa maglia e discutere con l’avversario fa parte della partita. Sarebbe fantastico diventare una bandiera della Fiorentina, ma adesso voglio solo migliorarmi in ogni aspetto.

Dalla curva Fiesole si vede qual è la passione della città per Firenze, da piccolo avevo addirittura paura di entrare allo stadio. Contro la Juventus erano in tantissimi, la Curva ci ha dato una mano enorme e deve continuare ad aiutarci anche in questo periodo difficile. Noi stiamo dando il massimo. Tutto per me è nuovo quest’anno, non so come comportarmi e che parole usare. Penso solo a dare il massimo per questa maglia. Noi crediamo ancora nell’Europa League, a Bergamo sarà difficilissima ma faremo il massimo” conclude Chiesa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui