1 Dicembre 2021 · 16:30
8.7 C
Firenze

CorFio, Chiesa, il rinnovo è lontano. L’aria è cambiata, Commisso per lui accetta anche contropartite

La Fiorentina ha abbassato le pretese per il suo gioiello, lo scorso anno chiedeva solo cash

Commisso sta per tornare a Firenze, al suo arrivo dovrà soffermarsi con qualche calciatore, perché alcune situazioni devono essere approfondite. A partire da Federico Chiesa. «Ne parleremo a Firenze, stiamo lavorando», ha tagliato corto ieri il Dg Joe Barone uscendo dall’assemblea di Lega. Un altro indizio che conferisce all’arrivo di Rocco grande importanza per la risoluzione della vicenda che oramai si trascina dallo scorso anno.

La situazione è nota, ma mettere un punto può aiutare gli uomini mercato a muoversi con qualche certezza in più. Il contratto del giocatore scade nel 2022, la Fiorentina è disposta a prolungare l’accordo e ad alzare l’ingaggio pur di fare di lui un punto di riferimento della società. I dialoghi con Chiesa e la sua famiglia vanno avanti da tempo, ma su questa possibilità non è mai apparso particolarmente fertile il terreno. Commisso è disposto ad andare avanti con Federico anche senza un nuovo accordo, ma allo stesso tempo è consapevole che il prezzo del suo cartellino così facendo continuerebbe a perdere inevitabilmente valore.

La soluzione va trovata entro breve e, la pretendente principale ovvero la Juventus, resta in silenzio e nell’ombra da tempo. Al contrario di un anno fa, la società è disposta a cedere Chiesa ma solo a fronte di un’offerta congrua. Non più soltanto soldi liquidi ma anche con contropartite tecniche ritenute adeguate. Lo scrive il Corriere Fiorentino.

GAZZETTA, BORJA VALERO TORNA ALLA FIORENTINA. FIRMERÀ UN CONTRATTO ANNUALE CON OPZIONE SUL SECONDO

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO