Fiorentina-Cagliari, il secondo tempo:

Al 1’ la Fiorentina riparte fortissimo, ed è provvidenziale Romagna a chiudere un ottimo passaggio di Chiesa per Simeone. 

Alla fine gira e rigira è sempre Chiesa il più pericoloso, al 6’ sbaglia da pochi passi graziando Cragno di testa dopo un ottimo cross di Biraghi. Al 12’ il contatto in area con Chiesa atterrati porta alla visione del VAR e alla decretazione del calcio di rigore. Veretout non perdona e porta la Fiorentina in vantaggio spiazzando Cragno.

La reazione Cagliari arriva al 21’ con Pavoletti che manca l’impatto con il tacco a centro area. È solo il preludio al goal che arriva puntuale al 23’ cross dalla destra per la corrente Pavoletti che entra in spaccata sul primo palo.

Nella circostanza sia Biraghi in ritardo su Faragò e Lafont che forse poteva coprire poi specchio uscendo dai pali. 

Al 33’ Cragno si supera ancora su Chiesa, scaltro a piazzarla sul palo lungo. Un solo minuto dopo Simeone non è reattivo e non conclude da pochi passi in un’occasione talmente grande che è difficile anche rimanere lucido al giudizio: gol sbagliato.

Poco dopo il Cagliari ha la possibilità di portarsi in vantaggio ma Lafont nonostante la deviazione ferma Joao Pedro in corner. Al 42’ vola Cragno per deviare una voleé di Chiesa superandosi.

Dopo 5’ di recupero la gara volge al termine 1-1.

Gabriele Caldieron