Due buoni motivi, anzi ottimi, per schierare una formazione altamente competitiva nonostante i tre giorni che separano da un lato dalla Spal e dall’altro dal Napoli, con tutto quello che ne consegue a livello di ottimizzazione delle risorse atletiche: è un quarto di finale di Coppa Italia, pur sempre un obiettivo stagionale, e c’è anche e soprattutto di fronte un avversario di nome Atalanta che non ammette errori di superfi cialità, pena conseguenze potenzialmente severe. Ecco perché Beppe Iachini presenta oggi pomeriggio una Fiorentina praticamente col suo vestito migliore (salvo ripensamenti post nottata, ma le prove tra centro sportivo e stadio sono state in questa direzione) nel segno di due novità (più quella annunciata che riguarda Terracciano tra i pali al posto di Dragowski): Cutrone subito in campo titolare accanto a Vlahovic, Chiesa all’inizio in panchina per averlo fresco a gara in corso.

Corriere dello Sport