È il reparto che dovrebbe garantire equilibrio a tutta la squadra, ed è il reparto del quale si è parlato di più nel corso del mercato invernale. Eppure il centrocampo della Fiorentina continua a non fare il proprio dovere, anche adesso che le caratteristiche di gioco sono state stravolte.

In pieno mercato, dopo i tentativi per Obiang e Gagliardini, Pioli aveva ripetuto che alla Fiorentina serviva un elemento sulla carta migliore dei titolari, ma Corvino ha rimandato alla prossima estate la ristrutturazione del centrocampo.

Con Traorè e Zurkowski il dg ha già ridisegnato la linea mediana della prossima stagione, ma è da qui a fine campionato che Pioli dovrà trovare un modo per restituire equilibrio a tutta la squadra. Perché come dimostra la sfida di Udine non sempre può bastare ripartire in velocità.

Corriere fiorentino