Giorni caldissimi, torridi, sul fronte Donnarumma. Temperatura da 50 gradi all’ombra, l’intervista di Raiola ha lasciato il segno. I rapporti con il Milan sono per ora interrotti e dalle parole dell’agente non sembrano esserci margini per ricucire, oppure per un nuovo confronto. Ma in base alle notizie in nostro possesso, la famiglia è rimasta turbata, in modo particolare il papà Alfonso, con il fratello Antonio che si sta attivando per arrivare a un confronto. Confronto che possa chiarire in qualche modo e, al limite, riavvicinare Gigio al Milan. Teniamo uno spiraglio, percentuali del 15 per cento: forse qualcosa in più, forse qualcosa in meno, ma cambia poco. A casa Donnarumma non stanno vivendo bene questa situazione, la contestazione di ieri sera durante l’esordio agli Europei con l’Under 21 ha lasciato ulteriormente il segno. E anche se Gigio maschera con larghi sorrisi, dentro di sé non è la stessa cosa. Anche perché Gigio vive la preoccupazione della famiglia, che ha lasciato tutte le chiavi in mano a Raiola e che presto cercherà un confronto. Fino a una decisione, quella sì definitiva, ovviamente con l’avallo del Milan che – volenti o nolenti – è titolare di un contratto valido ancora per poco più di un anno.

Alfredopedullà.com

Comments

comments