Il mercato in Italia è finito, in Cina invece si chiude a fine febbraio. Il club cinese del Tianjin non si è arreso ma per ora ancora nessuna mossa. Come riporta La Nazione I cinesi di Cannavaro, che da domani sera saranno in Toscana, non hanno riprovato a forzare la mano per strappare Kalinic alla Fiorentina.
L’ultima offerta rimane quella di 38 milioni più bonus messi sul tavolo della società viola un paio di settimane fa. Offerta comunque gia rispedita al mittente dallo stesso giocatore che ha rifiutato a furor di popolo dal no. Tutto questo, comunque, non esclude lo scenario ipotizzato dallo stesso Cannavaro nei giorni scorsi con il Tianjin pronto a riaprire il discorso con una nuova proposta economica a Kalinic e soprattutto portando alla Fiorentina i 50 milioni della clausola rescissoria. Domani e dopodomani, potrebbero così essere giornate importanti per capire se esiste ancora la possibilità che il Tianjin possa giocarsi tutto sul bomber croato. Ma da casa Kalinic fanno sapere che la risposta comunque non cambierebbe.