Cambiare poco. Perché la Fiorentina di adesso è buona, quasi ottima. Tre vittorie consecutive e l’occasione, a Crotone, di mettere in cascina un poker di successi che manca da molto tempo, dai tempi del primo Sousa. Non ci sarà Thereau, dopo i problemi muscolari al flessore che oggi saranno verificati con maggiore precisione, potrebbe avere una chance Gaspar, ma difficilmente Pioli cambierà molti uomini.

Al posto del francese, ad esempio, potrebbe giocare Eysseric, dopo la buona prestazione contro i granata. Appena entrato in campo ci ha messo un po’ di tempo ad entrare in partita, poi è sembrato a proprio agio dentro i meccanismi tattici della squadra. Ecco che l’occasione potrebbe finalmente arrivare dal primo minuto. In questi due giorni Pioli valuterà anche le condizioni fisiche dei centrocampisti. Se tutti staranno bene toccherà ancora a loro, altrimenti Sanchez potrebbe far rifiatare qualcuno.

Ma nessuno ha voglia di sottovalutare il Crotone, prima della partitissima contro la Roma che chiuderà questa prima parte di stagione. Poi ci sarà la seconda sosta del campionato, che questa volta potrebbe sorridere molto di più ai gigliati. Dopo le polemiche, dopo l’insoddisfazione generale, sembra essere tornato il profumo d’Europa.

La Nazione