Dal ritiro della nazionale ha parlato Cristiano Biraghi, queste le sue parole:

“Udine per me e i miei compagni mi riporti a un solo pensiero, è una città che mi porta un ricordo negativo. E’ importante ricordare Davide solo riuscendo a portare avanti il percorso di vita con i suoi valori. La messa di ieri qui a Coverciano per ricordarlo? Momento riservato di cui non voglio parlare. Ma è stato bello ricordarlo. Davide mi ha permesso di crescere tanto.

Il futuro di Chiesa? Federico ha avuto un problema al pube durante la partita con la Lazio, ora sta convivendo con un po’ di dolore ma è una cosa normale per noi calciatori. A Firenze abbiamo una situazione da risolvere difficile e non pensiamo al mercato: qui siamo in Nazionale e abbiamo l’obiettivo di andare agli Europei

“Cori di Cagliari? Il diritto di parola a volte crea dei problemi. Queste persone andrebbero allontanate e isolate. Macchiano il calcio.

Indossare la maglia della nazionale è un onore, una cosa stupenda. Da questi grandi che l’hanno fatto prima di me posso solo imparare, ma è difficile arrivare al loro livello. Io sono un giocatore che predilige la fase offensiva. Devo lavorare su quella difensiva, che mi riesce più difficile anche se negli ultimi anni sono migliorato tantissimo. Credo di aver fatto un buon lavoro ma c’è da migliorare sempre, ad ogni età”.