Federico Bernardeschi ha parlato alla Stampa, queste le sue parole sulla Fiorentina:

“La battaglia ai bulli da tastiera dopo l’addio alla Fiorentina? Non l’ho fatto per me. Io sono fortunato. Ho pensato alle persone più fragili, ai problemi che vivono, agli effetti talvolta tragici del cyberbullismo. Al giorno d’oggi, la gente attacca in modo gratuito sui social, non pensa alle conseguenze, è una moda assurda. Ho deciso di denunciare, il mio era un messaggio rivolto soprattutto ai giovani. Il mio rapporto con la Fiorentina? È stata la mia squadra, ci sono cresciuto. La seguo ancora adesso con piacere”

Comments

comments