Ora gioca in India con la maglia dei Kerala Blasters, in passato invece è stato compagno di squadra di Cristiano Ronaldo al Manchester United. Dimitar Berbatov, con il portoghese nella stagione 2008-2009, ha rilasciato un’intervista a ESPN FC e tra i tanti temi ha affrontato anche quello della rivalità con Messi:

«Cristiano è un calciatore brillante, ma Leo è assolutamente il migliore. Rende facile qualsiasi tipo di giocata, segna e crea occasioni da gol ed è molto completo. Se tu chiedi a una persona più grande chi è il migliore della storia probabilmente ti risponderà Pelé, Maradona, Puskas o Di Stefano. Ma se si guarda alla mia generazione la gente ti risponderà sempre uno tra Messi e Cristiano Ronaldo.

La possibilità di andare alla Fiorentina e alla Juventus? Avevo offerte da entrambe, ma dopo tanti anni in Inghilterra volevo restarci e non imparare una nuova lingua, nuovi metodi e stile di gioco. Avevo imparato l’inglese dai film e non volevo perderlo

I giovani calciatori cercano di imitare i grandi attaccanti come Ronaldo e si vede: tentano di copiare il suo taglio di capelli, l’abbigliamento che indossa e sognano di guidare le macchine lussuose che possiede. Io posso parlare di come lavora Cristiano durante gli allenamenti. Lo fa duramente. Al Manchester voleva essere il migliore di tutti. Il resto viene dopo. Aggiungo che i giocatori giovani dovrebbero imitarlo per ciò che fa in campo, non per tutta quella m…. che vedono di lui al di fuori del campo».

 

Comments

comments