Queste le parole rilasciate a Tuttosport da Joe Barone: “L’organigramma viola sarà ufficializzato a fine anno. Sono consigliere delegato. Ma al di là delle cariche, sono il punto di riferimento della proprietà a Firenze. Vogliamo portare la fama della Fiorentina alla pari di quella di Firenze ma sono innanzitutto necessari per farlo uno stadio ed un centro sportivo. Diritti tv? Non siamo venuti qua per dare battaglia, ma per collaborare e aiutare a crescere il calcio italiano. L’esperienza e la competenza di Commisso possono dare un contributo formidabile. Se puntiamo ad essere rappresentanti in Lega? Sì. Purtroppo in Italia è tutto vincolato, c’è molta burocrazia. Invece le decisioni vanno prese velocemente. Per lo stadio abbiamo tante opzioni, non solo il restyling del Franchi, e nel frattempo abbiamo già individuato una zona per costruire un centro sportivo. Una vera “Casa Fiorentina” con campi, uffici, foresteria, palestre. Ma bisogna fare in fretta. Entro un anno? Ripeto, in fretta. Forse la sfida con la Juve arriva un po’ presto ma la squadra proverà a giocarsela. Ribery e Ronaldo sono il massimo per la Serie A. Ribery per scaricare la rabbia al termine della sfida di Genova è rimasto fino a notte fonda al centro sportivo ad allenarsi. Stiamo lavorando per prolungare i contratti di Castrovilli, Sottil e di altri. Chiesa non merita tante critiche, sta facendo bene e personalmente non mi pare stia vivendo un momento critico, semmai di crescita. Vuole troppo bene alla Fiorentina e vuole sempre dare il massimo per i compagni. L’argomento è chiuso. Con il padre non ci sono incontri in programma anche se la stagione è lunga”.