Barcellona aspetta Giancarlo Antognoni. La bellissima storia di un viola club in terra spagnola

Un viola club con sede nello stadio di Italia Brasile dell'82, una storia fantastica di tifo e di colori viola, nel segno di Antognoni

0
258

La città di Barcellona aspetta Antognoni, «forza Antonio, forza Antonio». Sì, in Catalogna, dove c’è un club di tifosi viola. I soci sono una settantina, con a capo Sandro Pieralli e Francesco Luti Mazzolani, insegnante e scrittore anche di vicende della Fiorentina. Luti ha scritto un libro dal titolo «A testa alta, il cammino del Sarrià» in cui troviamo anche queste parole su Antognoni: «Il calciatore correva a testa alta col pallone ai piedi. Esordì a 18 anni, è un uomo trasparente di alti principi» La sede del club barcellonese è nella zona del Sarrià, ovvero di quello che era uno degli stadi di Barcellona.
Non grande come il Camp Nou, ma storico. Sono passati tanti anni, questo è vero, ma chi ama il calcio e lo segue, ha ancora in mente e magari davanti il Sarrià. Detto per chi non lo conosce, o meglio non lo conosceva, fu sede di due partite dell’Italia di Bearzot lungo la strada del titolo mondiale. Fu lì che Paolo Rossi e compagnia batterono sia il Brasile sia l’Argentina, prima di affrontare la Germania a Madrid. Il Sarrià è stato demolito, ora ci sono alcune costruzioni e un parco pubblico. E lì che il club viola ha la sede.

Sono soci appassionati, tanto è vero che guardano sempre le partite dei viola in tv. Si riuniscono in una pizzeria, e secondo il proprietario le loro grida di gioia basterebbero per cuocere le pizze. Il club a sta per compiere un anno. Ci saranno varie iniziative, la più significativa potrebbe essere la presenza di Antognoni.

La Nazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.