Milan Badelj vuole continuare a giocare nella Fiorentina. Il calciatore lo sta dicendo da mesi, lo sta dimostrando con i fatti. Il problema resta il suo procuratore che ormai da un anno e mezzo a questa parte vuole andare via da Firenze e portare il suo assistito (28 anni nel prossimo febbraio) lontano dalla Fiorentina. Una rottura che il suo agente sta cercando con tutto se stesso attraverso dichiarazioni sempre fuori dalle righe e fuori dalla logica di una società e di una squadra.

Il motivo? Una percentuale che la Fiorentina, secondo il procuratore, non è stata riconosciuta a se stesso. In pratica vuole e pretende dei soldi dalla società viola che la società che non ha alcuna intenzione di dargli. A fare le spese in tutto questo è il calciatore che si trova al centro di questa contesa. Il suo contratto scade nel 2018 e questa stagione potrebbe essere anche l’ultima in riva all’Arno per il centrocampista croato che però non si esclude possa rimanere ancora un altro anno in maglia viola fino alla scadenza.

Badelj è un centrocampista di livello europeo e nella società viola ci stanno pensando davvero di farlo restare ancora un altro anno. Il giocatore rimarrebbe volentieri. Il suo procuratore molto meno. Corvino deve risolvere questa grana. Che senso avrebbe vendere a poco prezzo un forte centrocampista per poi non prendere un mediano all’altezza per rimpiazzarlo? La partita è aperta…

 

Flavio Ognissanti

Comments

comments