A lungo corteggiato in estate, Milan Badelj è alla fine rimasto a Firenze. Il suo agente è però stato chiarissimo già in chiusura di mercato: il centrocampista croato, con la Fiorentina, non rinnoverà. Questo è ciò che è accaduto fino a settembre, adesso le cose sembrano cambiate.

Corvino nella sua ultima intervista ha fatto capire che qualcosa si è mosso, che c’è stato più di un confronto con il procuratore del calciatore che adesso non parla più.

Come mai? Segno di una pace ritrovata?

In rossonero lo avrebbe voluto Montella, da sempre suo estimatore, anche se le difficoltà sulla valutazione e sulle disponibilità economiche del Milan hanno arenato le trattative sul nascere.

Contro il Cagliari, Milan Badelj, non era in campo, sintomo forse di un momento di tensione che potrebbe aver condizionato le scelte di Paulo Sousa e anche da una forma scarsa.

Se l’allenatore della Fiorentina dovesse continuare ad insistere nel futuro con il centrocampo formato da Vecino e Borja Valero a star fuori potrebbe essere proprio lui.

Il futuro del centrocampista rimane un rebus: il croato potrebbe lasciare la Fiorentina già a gennaio secondo qualcuno, dalla società viola invece fanno sapere che Badelj almeno per il momento non si muoverà da Firenze.

Una sua esclusione da qui sino a Natale è praticamente impossibile, anche perchè contro il Crotone, durante il turno infrasettimanale, proprio Badelj dovrebbe partire titolare. Su di lui sempre il Milan, che con la nuova linfa cinese potrebbe a gennaio fare quello che non è stato possibile ad agosto, anche se nelle ultime ore ha preso piede anche una strana ipotesi Chelsea, richiesto direttamente da Antonio Conte che lo è venuto a vedere durante Torino – Fiorentina, un progetto però che non vedrebbe però Badelj protagonista come in rossonero.