BADELJ: “BASTA VOCI SUL MILAN, AMO FIRENZE E NON VOGLIO ANDARE VIA DALLA FIORENTINA”

"Tutte queste voci non sono vere, voglio stare qui. L'unica cosa che non mi fa stare bene è la nostra attuale posizione"

Da Firenze alla Nazionale: c’è anche Milan Badelj tra i convocati della Croazia che, tra sabato e martedì, scenderà in campo contro l’Islanda per le Qualificazioni mondiali e poi in amichevole contro l’Irlanda del Nord. Centrocampista e portafortuna: il giocatore della Fiorentina fa un po’ tutto.

“Ho perso solo una partita ufficiale con la nazionale croata (contro il Portogallo agli Europei, ndr)? Non lo sapevo – dice Badelj in un’intervista esclusiva a Goal – Spero di entrare nel nuovo anno con la striscia ancora aperta. Quanto a me, a volte potrò giocare bene e a volte meno, ma la cosa più importante è che mi sento bene e in salute”.

Con la Fiorentina, però, le cose non vanno benissimo: cosa non sta funzionando? “Semplice: non affrontiamo le partite come facevamo nella scorsa stagione. L’anno passato segnavamo quasi sempre nei primi 20 minuti, ora passiamo spesso in svantaggio. Questa è la differenza maggiore: segnare per primi rende le cose più facili. Secondo me ora non stiamo giocando male, solo che alla fine pareggiamo 0-0 o 1-1 e la gente si fa un’impressione sbagliata”.

Il connazionale Nikola Kalinic è tornato a segnare dopo un inizio negativo di stagione, poi è andato ko per infortunio: “Non importa se segna oppure no: la sua influenza sulla squadra è determinante, sia per il lavoro difensivo che per i movimenti offensivi. Crea molto spazio in questo modo. Anche Milic è importante per noi, l’allenatore crede molto in lui”.

Capitolo mercato: le voci che accostano Badelj al Milan e al Chelsea sono sempre insistenti. Cosa c’è di vero? “Mi dà un po’ di fastidio continuare a parlare di queste cose. Sono felice qui, penso solo alla Fiorentina. Capisco la stampa, è un loro diritto parlare di mercato, ma farlo quando la finestra non è ancora aperta… Ho ancora un anno e mezzo con la Fiorentina, perché non dovrei rimanere qui fino alla fine del mio contratto?”.

“La cosa che mi dà maggiormente fastidio – continua Badelj – sono queste voci secondo le quali io non starei bene a Firenze. Non sono vere. Amo stare qui, ho un bel rapporto con l’allenatore, gioco con regolarità. L’unica cosa che non mi sta bene è la nostra posizione in classifica”.
Goal.com

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments