La partita di ieri ha acceso il dibattito nell’ambiente viola. Meglio Babacar o Simeone?

Meno di 48 ore e la Fiorentina sarà di nuovo in campo, questa volta contro il Torino tra le mura amiche dello stadio Franchi di Firenze. Una partita importante, un vero e proprio scontro diretto con una diretta concorrente per l’Europa League e il dilemma su chi scegliere adesso tra Baba e Simeone si infittisce. Chi mettere al fianco di Thereau?

Perché Babacar?

1) Perché è sembrato molto più in forma dell’argentino contro il Benevento, più in palla e fisicamente sembra stare davvero bene

2) Perché ha rabbia dopo le tante partite passate in panchina e ancora nemmeno una partita da titolare in questa stagione con la maglia viola. L’episodio del rigore nè è la prova. Baba ha voglia di giocare e di segnare adesso.

3) Perché ha segnato e ha il piede caldo, dare continuità al centravanti africano non sarebbe male anche dal punto di visto psicologico. È più libero di testa rispetto a Simeone che vuole sbloccarsi

4) Simeone le ha giocate tutte e potrebbe solo fargli del bene un po’ di riposo considerando che si gioca anche domenica sul difficile campo del Crotone.

 

Perché Simeone?

1) Perché sembra essere più funzionale al gioco viola, lotta e incide anche nel gioco della squadra. Non solo in area di rigore

2) Perché la sostituzione alla fine del primo tempo a Benevento gli può aver dato la scossa giusta

3) Perché ha una voglia matta di sbloccarsi e al Franchi non ha mai fatto un gol con la maglia della Fiorentina in questa stagione a Firenze

4) Per dare continuità al lavoro di Pioli con questo assetto e questo undici titolare. L’argentino e Thereau più giocano insieme più cresce l’intesa tra i due.

IL dibattito è partito, domani Pioli potrà farci capire molto di più sulle sue intenzioni. Mercoledi la parola passerà al campo.

 

Flavio Ognissanti