Antognoni: “Situazioni gestite male, clima non tranquillo. Sostituire Bernardeschi non sarà semplice”

"La verità sta nel mezzo, la Fiorentina continuerà a fare bene, anche se di certo non vinceremo lo scudetto" così Giancarlo Antognoni da Moena

Dal ritiro della Fiorentina a Moena ha parlato Giancarlo Antognoni, queste le sue parole:

“Dopo tanti anni torno in ritiro, quando io andavo in ritiro non ho mai avuto una location così bella. A parte l’ultimo anno che è andata così così, la Fiorentina se l’è sempre giocata. Siamo arrivati ottavi e ci auguriamo quest’anno di tornare agli anni migliori. Dopo la presentazione delle maglie, le 4 maglie viola, Moena la metterei al quinto posto, per importanza, come simbolo viola. Tutti insieme vogliamo dimostrare il valore della squadra.

“Pioli? Siamo in attesa degli eventi, al momento ci sono i ragazzi giovani della Primavera, fra poco arriveranno altri big. Pioli è tranquillo.

Sono tornato indietro col tempo, tornare in ritiro per respirare aria nuova, anche se in questo momento non c’è molta tranquillità. In futuro la Fiorentina spera di fare una squadra competitiva, sono andata via giocatori importanti, si penserà di sostituirli nel modo migliore. La società pensa a fare un campionato competitivo, non certo per vincere il campionato.

Sul mercato, la differenza con gli anni passati, quando eri dirigente: oggi il mercato non si può paragonare a quello dei miei anni, la Fiorentina sta facendo un processo di ringiovanimento, sono andati via Borja, Ilicic, ci vuole pazienza per ricostruire la squadra. Qualche preplessità c’è, se Bernardeschi dovesse andare via rimpiazzarlo sarebbe difficile, ma vedremo.

Sul rapporto società-giocatori a livello comunicativo: oggi è difficile che un giocatore possa rimanere per tanti anni con una squadra. Gli addii con i giocatori sono sempre difficili, la verità sta sempre nel mezzo. I giocatori hanno sempre più potere, le società sono un pò più penalizzate, tutte le società subiscono il mercato. A volte certe situazioni dovrebbero essere gestite diversamente”

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments