Oggi tra le partite delle 15 c’era anche Sampdoria-Atalanta, sfida importante per quel che riguarda il piazzamento in zona Europa League.

A spuntarla, al termine di una sfida piuttosto tesa, è stata l’Atalanta con il risultato di 1-2, grazie alle reti di Zapata e Gosens, inframezzate dal pareggio di Quagliarella su rigore.

La partita è stata caratterizzata da un episodio, ancora non del tutto chiaro, che ha visto protagonista l’allenatore della Dea Gasperini e un tesserato della Sampdoria.

Il tutto è successo all’imbocco del tunnel che porta negli spogliatoi, dove l’allenatore dell’Atalanta si stava dirigendo dopo essere stato espulso dal direttore di gara per  le proteste seguenti al rigore concesso a favore della squadra di casa.

Al momento di uscire Gasperini avrebbe dato una manata (ma alcuni sostengono addirittura un pugno) a Massimo Ienca, segretario generale dei blucerchiati, facendolo cadere per terra.

Sono arrivate anche le parole di Romei della Samp:“a fine gara bisogna dare la mano all’avversario non una manata. Non c’è stata nessuna sceneggiata, c’è gente che ha visto tutto e vedremo che decisione prenderà la Procura Federale”.