Pantaleo Corvino, dg viola, ha rilasciato ulteriori dichiarazioni – in chiave mercato – a la Gazzetta dello sport: “Badelj? Io e il mio d.s. Carlos Freitas, bravissimo, abbiamo un ottimo rapporto con lui e gli proporremo il rinnovo, ma se partirà per me andrà alla Roma. Io mai nel calcio d’elite? Le 4 qualificazioni in Champions, le 3 promozioni in A su 3 tentativi, i 12 titoli nazionali giovanili e le oltre 500 partite da dirigente in Serie A li considero i miei scudetti. Potevo andare alla Roma e alla Juve, ma non ho rimpianti. Certo, se penso che il mio maggiore investimento sono stati i 13 milioni per Gilardino e il monte ingaggi più alto meno di 40 milioni, può capire come abbia dovuto lavorare. Io vengo dalla strada”.

Ha dei rimpianti per dei calciatori perduti? “Mah, ricordo quando feci venire Vidal alle 7.30 del mattino a casa mia per chiudere l’accordo, con mia moglie che preparava il caffè. Saltò tutto all’ultimo momento e qualche anno dopo rividi il suo agente che mi disse: “Ho un pacco di Arturo per te”. C’era dentro una sua maglia del Bayern con su scritto: “A quel coglione di Corvino che non mi ha comperato””.

Comments

comments