4 Marzo 2021 · 01:32
7.1 C
Firenze

Analisi post partita: la Fiorentina dura un tempo, nel secondo tempo cala vistosamente. Problema di tenuta?

Una Fiorentina dai 2 volti ottiene un punto in casa contro il Verona. Manca qualità negli ultimi 30 metri e serve intervenire

Foto presa dei profili social della Fiorentina

La partita di oggi è stata per certi versi condizionata da evidenti e palesi errori arbitrali, dove tra abbaglio in occasione del primo rigore e penosa compensazione in occasione del secondo il giovane arbitro ha finito per esser più protagonista dei giocatori.

Analizzando la prestazione della squadra viola, non si può che scindere quella che è stata una prova discreta nel primo tempo ed una decisamente al di sotto delle attese nel secondo. Pensare che Prandelli aveva fatto sapere di aver trovato una compagine che mancava di intensità di gioco ma che poteva contare su di una buona tenuta aerobica. La partita di oggi però dice tutt’altro.

La partita del primo tempo ha visto una Fiorentina volenterosa che a tratti ha anche giocato con una certa intensità sia per quanto concerne la corsa che la transizione e che ha visto in Vlahovic, Amrabat e Igor i suoi migliori interpreti. Anche ben distribuiti per reparto. La buona notizia o per meglio dire la notizia migliore é legata al giovane attaccante serbo che sembra adesso finalmente godere dei benefici della cura Prandelli. Ha offerto una prova molto buona dal punto di vista agonistico ed atletico, ma anche sotto il piano tecnico tattico si registrano progressi. Certo errori ne ha commessi sia chiaro, però l’atteggiamento ed il furore agonistico messo in campo a disposizione della squadra è stato di quelli giusti. Ha anche finalmente offerto quel lavoro di sponda e di riferimento che fin qua era mancato.

Il secondo tempo ha visto invece una Fiorentina che lentamente si è vista spengersi, diminuite l’intensità di corsa e di ricerca del gioco, dando quasi la sensazione di accontentarsi, ma in realtà il problema vero é probabilmente legato ad una tenuta fisico atletica ancora scadente. Il Verona nel secondo tempo non ha quasi mai rischiato, riducendo a tenere la squadra viola quasi sempre lontana dalla propria area di rigore. E senza affanni particolari. Anzi a tratti ha dato addirittura la sensazione di dominare il gioco e deciderne tempi e cadenze.

In 3 dati statistici sta la partita e forse la stagione della Fiorentina. I viola hanno avuto il 61% del possesso palla, hanno tirato in porta 10 volte contro le 6 della formazione scaligera, ma i tiri nello specchio sono stati 4 a 1 a favore della squadra di Juric.
Questo la dice lunga sulle difficoltà della formazione di Prandelli nel creare gioco negli ultimi 30 metri e soprattutto riuscire ad avere qualità nelle zone di campo dove si può e deve determinare. Questo dovrà essere in aspetto numerico che Prandelli ed il suo staff dovranno valutare se non per martedì almeno per la ripresa del campionato dopo la sosta natalizia.

Buon lavoro Cesare

Marzio De Vita

LEGGI ANCHE PAGELLE VIOLA: VLAHOVIC E DRAGOWSKI I MIGLIORI. BENE ANCHE IGOR E AMRABAT. MALE CASTROVILLI

PAGELLE VIOLA: VLAHOVIC E DRAGOWSKI I MIGLIORI. BENE ANCHE IGOR E AMRABAT. MALE CASTROVILLI

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

(FOTO) Ribery è molto arrabbiato a fine partita per la sconfitta con la Roma

Il giocatore francese della Fiorentina, Franck Ribery, è rimasto molto deluso e contrariato dalla sconfitta con la Roma allo stadio Franchi e per il...

Babacar ad Astori: “Amico spesso piango in silenzio e inizio a ricordare”

L'ex attaccante della Fiorentina, El Khouma Babacar, ha ricordato Davide Astori sul suo profilo Instagram con un messaggio commovente. Questo il suo post: "Amico spesso...

CALENDARIO