Il procuratore di Milan Badelj, Dejan Joksimovic, ha parlato al sito pagineromaniste.com del suo assistito, dopo gli elogi pubblici di Luciano Spalletti nei suoi confronti. Ecco le sue dichiarazioni: “Ho letto l’articolo con le parole del mister Spalletti su Miki Badelj. Sono parole molto belle, pronunciate da un allenatore che rappresenta il top della scuola italiana. Miki ha ancora 2 anni di contratto con la Fiorentina, la decisione di cederlo o meno spetta al club viola. Non c’è nessuna fretta, il suo prezzo non si abbasserà sicuramente, anche tra un mese sarà lo stesso di adesso. Al 90% però sarà difficile vederlo firmare il rinnovo di contratto con la Fiorentina. La ragione principale è che Milan vuole giocare la Champions League e ci sono alcuni club interessati a lui al momento. Queste società propongono delle condizioni contrattuali molto più vantaggiose e sostanziose rispetto a quello che la Fiorentina può offrire. Quindi vediamo cosa succederà. Se ho parlato con la Roma? No, non ho parlato con nessuno della Roma fino ad ora: Miki in questo momento è concentrato sulla Nazionale, giocherà contro la Spagna senza avere Modric al suo fianco, quindi deve ragionare molto e non può distrarsi. Molti giocatori del mondo vorrebbero giocare a Roma e vivere in una città fantastica come la Capitale, ma in questo momento sto parlando con diversi club per quanto riguarda il possibile futuro di Badelj e la Roma non è una di queste società. Per il momento”.

Comments

comments