Luca Calamai è intervenuto ai microfoni di Radio Blu: “Antognoni può fare qualsiasi ruolo, al di là di una qualifica. Il suo sarà un ruolo simile a quello di Nedved nella Juve, ossia il consulente del presidente e persona di riferimento a livello internazionale. Chi meglio di Giancarlo ti può dare un parere su giocatori o allenatore?”.

Prosegue con un pensiero sul futuro: “Se in futuro non ci saranno più i Della Valle l’unico che può fare il presidente è lui, ma visto che i Della Valle torneranno attivi a Firenze può avere qualsiasi altro ruolo. Spero che ci sia feeling con Pioli e Corvino, perché con i tifosi l’amore non si è mai placato”.

Spende alcune parole anche sulla formazione Primavera: “Nel secondo tempo ho visto una squadra che se l’è giocata fino all’ultimo minuto senza ricorrere alle stelle. Mettete Dragowski, Hagi e Chiesa e vediamo come va a finire. Ma se ci fosse stato Chiesa non avrebbe giocato e non sarebbe diventato protagonista Sottil, che in Serie B ci può già stare”.

E sul futuro di Bernardeschi: “Ha altri due anni di contratto, per cui è giusto che spieghi a tutti e a sé stesso cosa vuole fare. A un anno dal Mondiale, oltre ai soldi deve capire qual’è il progetto tecnico che fa per lui. A Moena, Pioli sarà senza lui e Chiesa che arriveranno tardi per gli impegni in Under 21, quindi è bene che le parti si decidano in fretta per il bene di tutti, e chi vuole comprare Bernardeschi arrivi con una valanga di soldi”.

Comments

comments