Incredibile al Franchi: la viola si butta via e passa dal 2-0 al 2-4 contro il Borussia, che passa il turno.

La Fiorentina chiude la prima frazione di gara sul 2-1. Subito un brivido con il palo centrato al 7′ da Vestergaard, ma al 15′ ci pensa Kalinic a far esplodere il Franchi: grande progressione di Bernardeschi che si fa mezzo campo palla al piede e serve un cioccolatino al croato, che solo davanti a Sommer non sbaglia. La viola potrebbe raddoppiare subito con le conclusioni di Berna e Chiesa, ma lo stesso Sommer si supera. Ma il 2-0 è nell’aria ed arriva al 28′: Vestergaard scivola clamorosamente al posto di rinviare e Borja borseggia il pallone spedendo in rete. Il Borussia reagisce: al 41′ parata super di Tata su conclusione di Drmic. Poi i tedeschi accorciano le distanze: Hermann viene spinto in area da Olivera e Stindl dagli undici metri spiazza Tata.

Poi, nella ripresa, accade l’incredibile. Al 48′ pareggio immediato: conclusione di Drmic parata da Tata, su cui si avventa Stindl. Passano 6′ e la frittata è confezionata: schema su calcio di punizione e botta sempre di Stindl che la ribalta, facendo 2-3. Notte fonda al 59′: Hofmann viene lasciato incredibilmente solo, cross perfetto per Christensen di testa fa il quarto, complice l’ennesima dormita della difesa. Sousa prova a scuotere i suoi inserendo Babacar e Ilicic, che colpisce subito una traversa su calcio di punizione. Ora la viola monta un forcing, trovando altre due conclusioni pericolose con Ilicic e reclamando un rigore per fallo su Chiesa all’87’. Il muro tedesco però è fittissimo e tiene fino al termine.

Ottavo posto a -7 dalla zona europa in campionato. Fuori dalla coppa Italia e adesso fuori dall’Europa League. La stagione della Fiorentina rischia seriamente di rimanere incolore.

Comments

comments