Così Federico Chiesa a Premium Sport: “Ho lanciato la maglietta ai tifosi perché ci hanno dato una carica pazzesca. Questa è una partita a sé, in un campionato. In campo avevamo più carica della Juventus. Io adesso vi dico che l’ho toccata, poi si vede chi lo avrà fatto. Contratto? Mi ha accompagnato mio padre sì, ma questa maglia per me è una seconda pelle. Kalinic? Si vedrà. La dedica va alla mia famiglia che mi segue sempre. La cosa che ho detto a Tello è perché ero carico e volevo trasmetterla a lui, che ne aveva bisogno”.